Calendario
Area Utente

L’ARCIPELAGO SACRO & CARNEVALE DI BISSAU, 9 giorni: Bijagos & Guinea Bissau

L’ARCIPELAGO SACRO & CARNEVALE DI BISSAU, 9 giorni: Bijagos & Guinea Bissau

Giorni:
9
Tipo di viaggio:
Evento Speciale
Gruppo Internazionale
Gruppo:
Da 2 a 16 Partecipanti
PREZZI per persona:
- GRUPPO DI 6 O PIU' PARTECIPANTI: 2863 €
- Gruppo di 4/5 partecipanti: 3417 €
- Gruppo di 3 partecipanti: 3958 €
- Gruppo di 2 partecipanti: 5043 €
- Supplemento camera singola: 354 €
GUIDA: parlante Italiano, Inglese e Francese
Acconto al momento della prenotazione:

1.491,00

L'acconto è inteso come 30% del totale. Per maggiori informazioni, puoi visionare la nostra informativa.

GUINEA BISSAU
Il Carnevale è la principale festa in Guinea Bissau. Con il suo incredibile mix di tradizioni africane e portoghesi, il carnevale esplode nel pomeriggio. Lungo la avenue principale le maschere colorate dei diversi quartieri iniziano la loro sfilata: maschere sacre e sacerdoti nei costumi tradizionali…

PARTENZA: 17 Febbraio 2023

PREZZO DA: 2863€

Sconto:
Data Partenza:
  • 17 Febbraio 2023 - 25 Febbraio 2023
Totale: 1491

Offerta Speciale

Descrizione

GUINEA BISSAU

La Guinea Bissau rimane un Paese ancora inesplorato, dove i confini tra l’acqua e la terra cambiano con il cambiare delle maree, coprendo e scoprendo mangrovie, spiagge ed estuari.
Un viaggio che ci porterà verso foreste vergini, villaggi remoti, cerimonie animiste e il più grande arcipelago africano: le Bijagos. La maggior parte di queste isole è disabitata: un vero paradiso per molte specie di uccelli e una fauna rara.
Infine, Bissau regala l’opportunità perfetta per conoscere l’intrigante stile Afro-portoghese dalle vibrazioni uniche.
Un itinerario per scoprire natura e cultura e  godere del relax sulle spiagge, in cui le nostre orme sono le uniche tracce.
Per viaggiatori in cerca di nuove e autentiche destinazioni!

EVENTO SPECIALE

Il carnevale è la principale festa in Guinea Bissau. Con il suo incredibile mix di tradizioni africane e portoghesi, il carnevale esplode nel pomeriggio. Lungo la avenue principale le maschere colorate dei diversi quartieri iniziano la loro sfilata: maschere sacre e sacerdoti nei costumi tradizionali, guerrieri in pelle di coccodrillo e armati di frecce, ragazze iniziate con cinture di perline attorno alla vita e infine maschere contemporanee di cartapesta. Ore di vivace parata trasformano il carnevale in un’esperienza indimenticabile, una vera “fiesta popular”, che unisce l’influenza portoghese e l’anima tribale africana.

Giorno 1: Bissau, la capitale
Arrivo a Bissau e trasferimento all’hotel

Giorno 2: Maschere Diola da Bissau a Varela (200 km – tempo di trasferimento 6 h)
Lasciamo Bissau in direzione nord-ovest. Visita ad un villaggio Diola. Qui assisteremo ad una festa popolare.
Le maschere lasciano la foresta sacra per ballare per una folla locale entusiasta. Le maschere fanno parte della cultura animista dei Diola. Le persone temono e rispettano le maschere; le considerano spiriti che svolgono un ruolo importante nella risoluzione dei conflitti tra gli abitanti del villaggio.

Giorno 3: Tecnologia tribale, da Varela a Bissau (200 km – tempo di trasferimento 6 h)
Raggiungeremo un paesaggio unico di ruscelli, paludi d’acqua salata, terre inondate, dighe di argilla e risaie. In questo ambiente remoto, alcuni giganteschi e isolati alberi di Kapok e Baobab regalano ombra ai piccoli insediamenti umani delle tribù dei Felupe e Baiote. Queste popolazioni vivono in un ecosistema isolato e allagato, dove coltivano riso grazie a una complessa “tecnologia tribale” per dissalare il suolo. Le persone vivono in grandi capanne patriarcali, costruite in uno stile architettonico africano unico: “edifici” di argilla circondati da una veranda ombreggiata e coperti da grandi e alti tetti di paglia con botola apribile per l’aerazione. L’intero edificio è supportato da una complessa struttura di pali di palma.
Tornati sulla strada principale ci fermiamo a Bula, per incontrare un re Manjaco e conoscere la cultura della sua etnia. Questo gruppo definisce le proprie tradizioni “Gendiman” e le mantiene ancora in vita. Adorano pali di legno e statue chiamate “Pecab”, che rappresentano gli spiriti dei loro antenati. Sono tenuti in santuari noti come “Cab Balugun”.

Giorno 4: Pepel, tribù animista da Bissau a Quinhamel e ritorno a Bissau (150 km – tempo di trasferimento 4 h)
Visita di una vecchia distilleria di rum (Cana) dell’epoca coloniale. Raggiungiamo Quinhamel. Scopriamo le tradizioni magiche e animiste della popolazione Pepel. In questa regione la foresta nasconde un feticcio dotato di poteri magici: solo i giovani iniziati possono portarselo sulle spalle.

Giorno 5: Carnevale, Bissau (trasferimenti)
Bissau, la piccola capitale del paese. Iniziamo a passeggiare per Bissau Vehlo, il vecchio quartiere portoghese, dove l’atmosfera ci ricorda il Portogallo dei tempi andati. Qui si può sperimentare il mix di anime africane e portoghesi. Vecchi caffè in legno, dove bere vino portoghese e guardare le notizie portoghesi. Continuiamo verso il Palazzo Presidenziale, la Cattedrale cattolica, Fortaleza Amura, il Monumento all’Indipendenza, Piazza Che Guevara per finire in un bar all’aperto noto per il miglior mojito in città …
Nel pomeriggio: spettacolare parata di carnevale.

Giorno 6: La capitale fantasma da Bissau a Rubane (motoscafo)
In mattinata partenza per quattro giorni di navigazione in fuoribordo, che ci porteranno ad attraversare l’arcipelago Bijagos, alla scoperta di isole e isolotti dimenticati, tra i quali la marea lascia trasparire larghi banchi di sabbia.  L’arcipelago, mediamente situato a 40 miglia dal continente, è il più vasto d’Africa, con 88 isole e isolotti, di cui solo 21 permanentemente abitati. Grazie ad una fauna rara ed a una cultura tribale intatta, le Bijagos sono considerate un autentico “gioiello geografico”.  A causa all’isolamento tipico di un arcipelago, le popolazioni Bijagos hanno subito pochissimo l’influenza del mondo esterno. Le donne indossano ancora il “saiya”, gonnellina tradizionale in paglia. La vita nel villaggio è caratterizzata dal culto delle maschere, ancora oggi utilizzate durante cerimonie spesso segrete. Giovani uomini, durante la loro iniziazione, devono passare insieme sette anni di iniziazione senza alcun contatto con il sesso femminile.
La nostra prima tappa sarà l’isola di Bolama, l’antica capitale della Guinea portoghese dal 1871 al 1941, prima che fosse trasferita a Bissau. Questo trasferimento fu necessario a causa della carenza di acqua potabile. Quando i portoghesi se ne andarono, i nativi vennero a vivere nella città che ora sta cadendo a pezzi ed è in parte invasa dalla vegetazione tropicale. Fu originariamente costruita seguendo i piani di un «Castrum Romanum» (cittadella romana). Oggi possiamo vedere i grandi viali letargici soleggiati, le piazze vuote, le fontane secche, i giardini cespugliosi ed i grandi edifici amministrativi in ​​stile neo palladiano. Nel Palazzo del Governatore possiamo ancora ammirare colonne in stile classico … dove ora pascolano le capre! Bolama, sebbene abitata, è immersa nell’atmosfera fiabesca di una città fantasma.
Raggiungiamo il nostro lodge che sarà la nostra base per i prossimi tre giorni

Giorno 7: Delfini e ippopotami (motoscafo)
In motoscafo raggiungeremo un sito dove ammireremo i delfini che saltano tra le onde intorno alla nostra barca, Andiamo poi sull’isola di Orango a guardare ippopotami
L’isola di Orango è un parco nazionale. Tra gli animali protetti sono inclusi gli “ippopotami d’acqua salata”. Questo mammifero estremamente raro vive nell’acqua salata delle foreste di mangrovie e talvolta può decidere di “fare una nuotata” nell’oceano. Capita che le guide locali ne perdano le tracce per diversi giorni.
Rientro nel nostro confortevole hotel.

Giorno 8: Vita sulle isole (motoscafo)
Giornata per godersi lo stile di vita dell’arcipelago: rilassarsi sulla spiaggia selvaggia o intorno alla piscina.
Visita al più grande villaggio dell’arcipelago, Bubaque, l’unico connesso al continente da una corsa in traghetto, una volta alla settimana. Stradine, un piccolo mercato colorato, bar e commercianti, infine un piccolo museo etnografico dedicato alla cultura delle Bijagos.
Opzione: camminata nell’isola di Rubane e/o Bubaque per esplorare i villaggi e la vegetazione lussureggiante.

GIORNO 9: Bissau, da Rubane a Bissau (motoscafo)
Nel pomeriggio arrivo in motoscafo a Bissau.
In serata trasferimento all’aeroporto per il volo di ritorno.

  • VISA: Necessario per Guinea Bissau. Il visto può essere ottenuto anche all’aeroporto di Bissau, nel qual caso vi preghiamo informarci anticipatamente.
  • VACCINAZIONE: Febbre gialla: obbligatoria. Colera: al momento della compilazione di questa nota non è obbligatoria, è comunque preferibile verificare prima della partenza. Trattamento anti-malarico: assolutamente consigliato. Carta vaccinazione Covid
  • PASTI: pasti freddi (picnic) o ristoranti. Cene: negli hotels, vasta scelta fra le specialità di pesce e disponibilità di altri piatti. Menu vegetariani disponibili, si prega di avvisare al momento della prenotazione.
  • BAGAGLI: In conseguenza dell’itinerario e dei numerosi trasbordi dai natanti, si consiglia che il peso massimo dei bagagli non superi 20 kg a persona; consigliate sacche morbide ed impermeabili. Durante la navigazione i partecipanti potrebbero essere raggiunti da qualche spruzzo d’acqua marina. Consigliamo di proteggere accuratamente apparecchi fotografici, video e di portare con se un K-way.
  • ASSICURAZIONE: OBBLIGATORIA per assistenza medica ed eventuale rimpatrio.
    TransAfrica può fornire contratto, su richiesta.
    In caso di mancanza di assicurazione TransAfrica non è responsabile per nessun avvenimento, incidente, malattia che occorrano al cliente durante il viaggio, qualunque sia la causa e chiunque ne sia responsabile
  • MEZZI DI TRASPORTO: Su strade o piste con Minibus o 4×4, nell’arcipelago con motoscafi attrezzati per l’oceano Atlantico
  • MAREE: L’ordine cronologico delle visite potrebbe essere modificato in funzione delle maree, mantenendo comunque tutte le visite, seppure diversamente scaglionate.
  • PERNOTTAMENTI: Gli hotel sono stati scelti accuratamente. Tenendo in considerazione la scarsa disponibilità di camere e i casi di forza maggiore, gli organizzatori si riservano la possibilità di sostituirli con altre sistemazioni alberghiere, il più possibile equivalenti.
  • In alcuni hotels la poca disponibilità di camere non garantisce sempre la possibilità di usufruire di camere singole. Tutte le nostre escursioni sono progettate in modo da essere abbastanza flessibili per potersi adeguare alle condizioni del tempo e approfittare delle opportunità che possiamo incontrare lungo il percorso.
  • Considerando la natura del viaggio, alcune parti potrebbero essere modificate per cause imprevedibili e sulla base di decisioni dello staff locale. Spese dovute a tali variazioni saranno a carico del partecipante. Naturalmente la guida farà il possibile per attenersi al programma originale.
  • I prezzi potrebbero variare in caso di aumento dei costi dei servizi, indipendenti dalla volontà dell’organizzatore

Incluso:

  • Assistenza all’aeroporto di Bissau in arrivo e partenza
  • Trasferimenti e visite in: minibus/microbus o veicoli 4×4, potenti motoscafi adatti alla navigazione oceanica sull’Arcipelago delle Bijagos
  • Guida locale (parlante inglese; italiano se disponibile)
  • Tour e visite come da programma
  • Pernottamenti in camere standard, come da itinerario
  • Tutti i pasti come descritto, da colazione giorno 2 al pranzo giorno 9
  • Acqua minerale durante le visite
  • Ingressi ai parchi, concessioni, aree protette e siti di interesse culturale
  • Kit di pronto soccorso
  • Tutte le tasse
  • Pass per il carnevale
  • Telefono satellitare (solo in casi di emergenza)

 

Non incluso:

  • Voli internazionali da/per Bissau
  • Trasferimenti pre-tour e/o post tour da e per aeroporto
  • Visa ed eventuali tasse aeroportuali
  • Pasti e/o escursioni turistiche diverse da quanto specificato nel programma
  • Acqua minerale ai pasti e tutte le bevande
  • Facchinaggio
  • Spese personali per foto e video
  • Assicurazione (obbligatoria)
  • Mance per autisti, guide, cuochi e staff hotel
  • Qualsiasi spesa di natura personale quali telefonate, lavanderia etc.
  • Spese di consegna bagagli persi
  • Tutto ciò non menzionato nel programma

Condividi su

condividi facebook condividi linkedin condividi twitter invia mail

Invia una richiesta