Area Utente

Spedizione Africa Nera e Trans-Sahara: da Bissau a Marrakech

Questo viaggio è scaduto

Spedizione Africa Nera e Trans-Sahara: da Bissau a Marrakech

Giorni:
29
Tipo di viaggio:
Spedizione
Grandezza gruppo:
min 5 - max 16
Prezzi
TBD
Guida
Italiano, Inglese, Francese
Pensione Completa, dal giorno 2 al pranzo dell'ultimo giorno

1,00

Il prezzo è inteso come 30% del totale. Per maggiori informazioni, puoi visionare la nostra informativa.

Quest’itinerario percorre una “frontiera incerta”, tra terra ed acqua, dune ed oceano, foreste e lagune, estuari ed isole e seguirà le rotte degli uccelli migratori che ci seguiranno durante il nostro viaggio. Un itinerario studiato per regalarvi un’intrigante mix di cultura e natura, con l’inconfondibile stile che contraddistingue TransAfrica.

PREZZO A PARTIRE DA: XXX

Sconto:
Partenza:
Totale: 1

Offerta Speciale

Descrizione

Una grande varietà di paesaggi , culture e natura si riflettono nella scelta di differenti mezzi di trasporto, ognuno il più adatto alla scoperta dei luoghi visitati.

Su strade, piste e dune di sabbia: principalmente con veicoli 4×4. In città o per brevi percorsi: minibus. Avremo anche l’opportunità di goderci una breve ma divertente gita in calesse e a bordo dei coloratissimi taxi-bush.

Oceano, fiumi e paludi di mangrovie: canoe motorizzate,  barche e potenti motoscafi per raggiungere le Isole Bijagos.

Una pacifica traversata da nord a sud attraverso una natura che cambia progressivamente. Inizieremo dalla mitica Marrakech passando attraverso le sperdute montagne del Djebel Sarhro. Raggiungeremo il Sahara Occidentale, e scopriremo la grande bellezza del Rio de Oro, dove le dune e le onde dell’oceano si incontrano.

Attraverseremo il Sahara e le sue dune selvagge per raggiungere Cinguetti e le più remote oasi della Mauritania.

Proseguiremo con le  savane saheliane al nord del Senegal verso la Gambia e le foreste sacre della Casamance fino alla più estesa linea continua di mangrovie d’Africa. Termineremo con una spettacolare navigazione oceanica alla scoperta di un arcipelago sconosciuto: le Bijagos.

Il nostro itinerario si snoderà dunque lungo una “frontiera incerta” , tra terra ed acqua, dune ed oceano, foreste e lagune , estuari ed isole e seguirà le rotte degli uccelli migratori che discretamente ci seguiranno durante il nostro viaggio. Questo speciale viaggio è stato attentamente studiato per regalarvi un’intrigante mix di cultura e natura, nella migliore tradizione e con l’inconfondibile stile che contraddistingue TransAfrica.

 BISSAU 

Arrivo e transfer all’ Hotel

 

 LA CAPITALE FANTASMA SULL’ARCIPELAGO DELLE BIJAGOS –

Iniziamo la nostra spedizione con tre giorni di navigazione. L’arcipelago delle Bijagos, situato circa 40 miglia al largo della Guinea Bissau, è l’arcipelago più grande e meno conosciuto dell’Africa. E’ composto da 88 isole di cui solo 21 sono abitate. La prima visita sarà all’isola di Bolama, la vecchia capitale della Guinea Portoghese dal 1871 al 1914 quando la capitale fu spostata sul continente. Arriveremo sull’isola di Rubane e pernotteremo presso il migliore Lodge dell’ arcipelago per un po’ di relax sulla spiaggia selvaggia, piscina oppure alla scoperta dell’isola accompagnati dalla guida locale. (su richiesta possibilità di pesca sportiva). Il lodge sarà la nostra base per due giorni.

 

MASCHERE DANZANTI  

Mattinata di relax tra la spiaggia selvaggia e la piscina. Le popolazioni Bijagos hanno subito pochissimo l’influenza del mondo esterno, grazie all’isolamento tipico di un arcipelago, e non ultimo all’attaccamento verso le tradizioni. La vita nei villaggi è caratterizzata dall’importanza che è riservata alle maschere, ancora oggi utilizzate durante cerimonie spesso segrete. La vita delle etnie Bijagos è ancor oggi governata dal ritmo delle stagioni e dell’agricoltura. Terminati i raccolti, durante la lunga stagione secca arriva il tempo delle cerimonie. Scoperta delle maschere del luogo.

 

 CULTO DEGLI ANTENATI 

Finiremo I tre giorni di navigazione arrivando a Bissau, l’attuale capitale del Paese. Qui un veicolo ci attenderà per un breve tour di questa piccola ma intrigante capitale. Più tardi ci dirigiamo nel territorio abitato dai Manjaco. In ogni villaggio alcuni pali di legno chiamati Pecal rappresentano gli spiriti nel Cab Balung, il santuario degli antenati. Con il permesso degli abitanti saremo ammessi a visitare questi templi e apprezzare diverse generazioni di antenati, scolpiti nel legno. Una delle ultime possibilità che sono concesse al viaggiatore di ammirare l’arte africana nel suo contesto di origine

 

MASCHERE DANZANTI 

In mattinata entriamo in Senegal e arrivo in Casamance, la più animistica delle regioni senegalesi.

Presso uno sperduto villaggio potremo osservare bellissime case affrescate e fortificate. Le architetture d’argilla dei Dioula riflettono il concetto di difesa, tipico delle società tribali, egualitarie ed acefale. Nel pomeriggio seguiremo un sentiero che ci condurrà ad un minuscolo villaggio…e dalla foresta sacra assisteremo all’uscita delle maschere che danzeranno per un’entusiasta folla locale.

 

UCCELLI DELLA GAMBIA

In mattinata partenza per il confine e pranzo a Banjul, la capitale della Gambia. Il Paese ha superato da poco un periodo di relativa instabilità politica. Breve ma interessante bird watching. In programma una visita al piccolo museo nazionale.

 

MEGALITI

Dopo aver attraversato il fiume Gambia su un battello locale, raggiungeremo la frontiera con il Senegal. Tra il sud del Senegal e la riva nord del fiume Gambia scopriremo una grande civiltà megalitica.

 

GOREE, L’ISOLA DEGLI SCHIAVI 

Il nostro viaggio è caratterizzato da un continuo e graduale cambiamento di paesaggi,  climi,  natura e culture.  A partire da questo momento scopriremo la savana delle regioni saheliane. Dakar, vivace e grande metropoli africana è il centro  intellettuale, culturale  ed artistico già dai tempi  dell’indipendenza.  Visiteremo la zona del “Plateau,  il Palazzo del Governatore ed alcuni interessanti mercati In seguito ci imbarcheremo sul traghetto che ci condurrà all’isola di Goré.

 

DAKAR E L’ARTE CONTEMPORANEA

Il “Village des Arts” è composto da 52 atelier di artisti. Tutte le discipline sono rappresentate: pittura, scultura, ceramiche , fotografia, video ed installazioni varie . Il Village possiede una vasta galleria che propone mostre durante tutto l’anno ed è per definizione il luogo dove incontrare i migliori artisti e giovani talenti della vivave scena artistica Senegalese. Proseguiamo per  il Lago Rosa noto anche come Lac Retba, un lago salato poco profondo e circondato dalle dune. Le sue acque sono dieci volte più salate di quelle dell’oceano ed è proprio a causa dell’alta concentrazione salina che, in alcuni giorni, le acque del lago sembrano tingersi di rosa! Nel pomeriggio arrivo al  deserto di  Lampoul.

 

SAINT LOUIS 

Trasferimento verso Saint Louis, una cittadina che per la sua storia, le atmosfere coloniali e la vivacità che la contraddistingue, merita un’attenzione particolare. Costruita su due isole nell’estuario del fiume Senegal fu un avamposto della penetrazione francese. Dal fiume, che è navigabile, affluivano spezie, schiavi, oro, gomma arabica.. Grazie al clima gradevole, la presenza permanente di mercanti europei fu costante ancor prima dell’epoca coloniale.

 

DJOUDJ IL SANTUARIO ORNITOLOGICO

  Raggiungeremo in seguito il Parco di Djoudj, “oasi naturale” composta da centinaia di chilometri parzialmente inondati,  è abitato da oltre un milione di uccelli sia  stanziali che migratori che qui nidificano. Questo “paradiso umido” ai confini del deserto ha la più grande concentrazione di pellicani mai registrata.   Esistono numerosi altri abitanti del parco, il quale è stato inserito tra i Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO…”  Escursione in barca per ammirare le rive dell’isola  con la più grande concentrazione di pellicani. Continueremo il viaggio verso  il confine con la Mauritania. Il paesaggio lentamente cambierà dalla savana alle dune del deserto. In serata arrivo a Nouakchott, la capitale della Mauritania, una cittadina “moderna” circondata dal deserto.

 

A NORD VERSO IL SAHARA

Oggi viaggiamo verso nord e le montagne dell’Adrar, che percorreremo  in un susseguirsi di altipiani e gole stupefacenti per raggiungere nel pomeriggio Cinguetti, antico borgo berbero. Nel pomeriggio arriveremo alla Guest House dove passeremo tre notti.

 

OUADANE: LA Più REMOTA OASI

Intera giornata dedicata alla scoperta di Ouadane, la più sperduta oasi della Mauritania, un avamposto nel deserto. Ouadane fu fondata nel 1147.  E’ prevalentemente in rovina ma  alcune delle case in pietra, arroccate sulla collina rocciosa e circondate dall’immensità del Sahara,  sono ancora abitate. Nei tempi passati Ouadane fu importante centro carovaniero per il commercio tra il Maghreb e l’Africa Nera.  Il commercio era così florido che nel 1487 il Portogallo costruì nella regione un punto di commercio fortificato. In seguito ritorneremo verso Cinguetti percorrendo un  itinerario fuori pista percorrendo il Ouadi (torrente asciutto) e scoprendo una minuscola oasi nascosta tra le alte dune.

 

CHINGUETTI: L’OASI

Giornata dedicata alla visita dell’ incantevole Cinguetti che fu la capitale delle Terre dei Mori.  Parte del vecchio centro storico in pietra è ancora abitato. La cittadina ospita una preziosa collezione di antichi manoscritti. Lo Ksar , costruito in pietra bianca con 5 torri è un notevole esempio di architettura arabo-berbera. Durante la serata ci godremo la magica atmosfera dell’oasi, considerata una delle meglio preservate della Mauritania.

 

ESPLORAZIONE DEL SAHARA- DUNE E MONTAGNE

Percorrendo i fuori pista scopriremo le oasi remote e gli accampamenti dei nomadi Moorish nonché il più spettacolare dei paesaggi della Mauritania:  grandi vallate, alte montagne, sabbie dorate e dune dalle quali emergono picchi di roccia nera e rossa ed ancora  sperduti villaggi dove la luna  e le stelle sono l’unica fonte di luce nella notte. Proseguendo in fuoripista ci troveremo nella regione di Inchiri , una delle zone desertiche meno conosciute della Mauritania. Arrivo a Nouadhibou.

 

Campo sulle sabbie incontaminate

 

TROPICO DEL CANCRO

Passeremo la frontiera sud, l’unica aperta tra Marocco e Mauritania. La regione fa parte del territorio dell’ex Sahara Spagnolo, conteso durante la lunga guerra tra il Fronte Polisario e l’ esercito del Marocco . Oggi è territorio marocchino. Il nostro itinerario prosegue costeggiando la falesia tra deserto ed oceano L’incontro con altri veicoli si farà sempre più raro, pochi sono i viaggiatori che si avventurano lungo questa via che unisce  l’Africa Nera al Nord Africa. Nel frattempo un cartello stradale ci ricorda che stiamo attraversando il “Tropico del Cancro” ! In questo universo geologico, alcuni coraggiosi pescatori vivono per mesi in grotte a strapiombo sul mare , gettando ogni giorno le canne da pesca…

 

 DAKHLA, RIO DE ORO

Dakhla è un luogo davvero speciale. Situata su un istmo di terra che si allunga quasi parallelo alla costa per oltre 40 chilometri, racchiude un mare interno: il “Rio de Oro”.  Il paesaggio è dominato dai colori. L’azzurro dei cieli, il blu intenso dell’acqua, il giallo delle dune e i colori scuri  della zona rocciosa che si trasforma in isola durante l’alta marea.. Dakhla fu fondata dagli spagnoli nel lontano 1502 e venne chiamata  “Villa Cinsero” . Escursione lungo la costa e al pittoresco porto di pescatori. Grazie al coefficiente di marea molto alto assisteremo ad un evento assolutamente unico: le onde dell’oceano lambiscono le sabbie trasformando dune e piccole colline rocciose in isole temporanee.   Pranzo presso il sito dove vengono allevate le ostriche.  Pesce freschissimo ma anche menù vegetariano a richiesta.

SAHARA OCCIDENTALE: LE PISTE SCONOSCIUTE

Oggi incontreremo la nostra guida locale, un Sharawi che saprà guidarci per tre giorni in  quella che sarà una  vera spedizione verso l’interno del Sahara Occidentale. I territori dell’ex Sahara Spagnolo furono contesi durante la lunga guerra fra il Fronte Polisario e l’ esercito del Marocco ed anche se la pace non è stata raggiunta,  da anni vige di fatto, un “cessate il fuoco”. Dalla seconda metà degli anni settanta questa lunga “guerra delle sabbie” aveva reso inaccessibili questi luoghi. Solo oggi, timidamente, questa regione si riapre ai viaggiatori più audaci. Noi  siamo orgogliosi di presentarvi in anteprima le grandi distese sabbiose di Tiris e Zemmour. Con lo spirito di una vera spedizione sahariana, percorreremo piste sconosciute ed andremo a scoprire i pozzi frequentati dai mitici nomadi Reguibat con le loro lunghe file di cammelli.

 

Campeggio sulle sabbie incontaminate del  Sahara.

 

DAL DESERTO ALL’ OCEANO

Dopo aver superato il più lungo nastro trasportatore al mondo che trasporta i fosfati verso la costa atlantica (i fosfati sono la principale risorsa della regione) arriveremo a Laayoune, città di “frontiera” e base principale in Marocco per lo sviluppo economico del Sahara Occidentale.

 

 DUNE E LAGUNE 

Oggi arriveremo alle lagune di Naila, uno spettacolare mare interno che un grande cordone di dune divide dall’oceano;  ci concederemo un’ escursione in barca per esplorare la costa selvaggia abitata solo da uccelli. Visita di un avamposto militare abbandonato ossia un antico forte che sembra fare ancora la guardia  al vecchio confine tra il protettorato francese e il Sahara spagnolo. In un luogo simile ci sembrerà di essere sul set di un vecchio film sulla Legione Straniera.

 

ESTUARI E VILLAGGI DI PESCATORI ­

Lasceremo Tafnidilt la mattina presto attraversando in fuori pista un’alta catena di dune. La regione dell’estuario del Dra è visitata solo da viaggiatori intrepidi, nessuna strada asfaltata raggiunge le scogliere di fronte all’ oceano. Incontreremo piccoli insediamenti di pescatori, vecchi forti militari abbandonati, dune e cammelli … Una ripida discesa ci condurrà lungo il letto di un fiume ed arriveremo all’oceano attraverso l‘unico accesso disponibile.

OASIS E CASBAH 

Seguendo la strada verso sud, attorniati da uno stupefacente panorama, arriveremo ad un oasi lussureggiante circondata da centinaia di palme e contornata da piccoli giardini ombrosi, un vero miracolo nel deserto. Nei pressi dell’oasi si trovano alcuni villaggi fortificati  chiamati Kasbah, ancora oggi parzialmente abitati. La magia de luogo  ci regalerà un’atmosfera fuori dal tempo, quasi fossimo tornati indietro nel tempo. Presso una di queste oasi il tradizionale sistema di irrigazione suddivide i tempi secondo un antico metodo: una clessidra che utilizza acqua anziché sabbia.

 

DUNE E FOSSILI 

Lasceremo la strada principale ed attraverseremo il paesaggio che circonda il lago salato Iriki, ovunque colline rocciose dove potremo facilmente trovare i fossili. In seguito l’‘imponente catena di dune del Erg Chegaga ci imporrà di affidarci alla profonda esperienza della nostra guida e del nostro autista per districarci in questo labirinto sabbioso di ripide dune e seguire il nostro itinerario attorniati da un  meraviglioso paesaggio di sabbie vergini del Sahara.

 

ARTE, RUPESTRE UNA VALLE SEGRETA 

Partenza mattutina percorrendo la strada nella Valle del Dra.

Visita al sito di arte rupestre. Centinaia di raffinati graffiti risalenti a migliaia di anni fa . Testimonianza silenziosa di popolazioni che vivevano in queste regioni prima della desertificazione.

In seguito lasceremo la strada principale per esplorare la sconosciuta regione montagnosa del Djebel Sarhro. Percorreremo una ripida pista che s’inerpica in un paesaggio mozzafiato. Il nostro viaggio in altitudine (oltre i 2000 mt di altezza) si snoda attraverso uno scenario selvaggio di aride montagne: picchi, rocce, accampamenti nomadi e tumuli preistorici. L’itinerario, che corre sugli altipiani, di valle in valle  ci porterà a scoprire sperdute comunità di pastori che vivono ancora nelle caverne.

 

Pernottamento a Ouarzazate

 

MARRAKECH

Partenza mattutina in direzione nord per attraversare la maestosa catena dell’Alto Atlante, percorrendo la strada panoramica che ci condurrà al passo di Tin Tichka (2260 mt). Incontreremo i  cercatori di gemme che raccolgono ametiste, tormalina ed altre pietre semi –preziose. Con la loro assistenza potremo trovare noi stessi la nostra gemma…. Nel tardo pomeriggio arrivo a  Marrakech che ai tempi fu il “terminal” delle carovane provenienti  dall’Africa Nera e per questo, idealmente,  anche meta perfetta per la fine della nostra avventura. Qualche camera in day-use sarà a disposizione in hotel per un’ultima doccia, prima del trasferimento all’aeroporto.

  • Trasferimenti Aeroporto- hotel e hotel-aeroporto il primo e ultimo giorno
  • Pensione complete per tutta la spedizione. Pranzo l’ultimo giorno
  • Mauritania Bevande ai pasti durante le notti nei campi mobili. No alcool in Mauritania
  • Tutti i trasferimenti in 4X4
  • Tour Leader (parlante: inglese, francese e italiano)
  • Tours and visits as per the program
  • Costi di partecipazione agli eventi in programma
  • Pernottamenti come da programma
  • Kit di primo soccorso
  • Tutti I servizi inclusi nel programma

Prezzi non includono:

  • Voli internazionali
  • Visti
  • Cene il giorno di arrivo e partenza
  • Bevande e acqua ai pasti, eccetto per quelli spesi nei campi mobili.
  • Facchinaggio
  • Spese personali per foto e video
  • Assicurazione personale di viaggio (obbligatoria)
  • Mance per autisti, guide e membri dello staff
  • Ogni spesa di natura personale come chiamate telefoniche, lavanderia, etc.
  • Qualsiasi cosa non menzionata negli inclusi

Leader della spedizione:

 

Con lunga esperienza sul campo, assistito da autisti locali

 

Trasporti

Confortevoli e 4×4 saranno il mezzo di base per l’intero viaggio nel quale  impiegheremo una gamma di ben 8 diversi mezzi di trasporto, ogni volta i più adatti al percorso ed i più divertenti: breve esperienza in taxi-brousse, calesse, carrettino tirato dagli asini e per finire i classici minibus con aria condizionata. Le numerose navigazioni saranno con : barca,  piroghe locali, , e motoscafi adatti alla navigazione Atlantica.

Nota: durante le navigazioni alle isole i partecipanti potrebbero essere raggiunti da spruzzi d’acqua marina, consigliamo di proteggere apparecchi fotografici, video e quant’altro e di avere a disposizione un K-way

Le navigazioni sono, in ogni caso, condizionate dalle condizioni meteorologiche.

 

Vaccinazioni:

Febbre gialla: obbligatoria per tour in  Guinea Bissau- Senegal – Mauritania (da giorno 1 a giorno 17). Da ricordare che OMS ha stabilito che il vaccino febbre gialla non ha più scadenza. Una volta fatta è valida per sempre.

Colera: al momento della compilazione di questa nota non è richiesta, è comunque preferibile verificare prima della partenza.

Profilassi anti-malarica: assolutamente raccomandata per tour in Guinea Bissau, Senegal e Mauritania-sud (da giorno 1 a giorno 12).

 

 

Visas:

 

  • Guinea Bissau, visto obbligatorio. E’ possibile ottenerlo all’aeroporto di arrivo.
  • Gambia , visto richiesto . E’ possibile ottenerlo in frontiera.
  • Senegal, visto non richiesto per molte nazionalità inclusi i cittadini dell’unione Europea.
  • Mauritania, visto obbligatorio. Il visto può essere ottenuto al posto di frontiera, servono 4 foto formato tessera. Informateci in anticipo.
  • Marocco, visto non richiesto per molte nazionalità inclusi i cittadini dell’Unione Europea.

 

Pasti:

Pranzi: pasti freddi (picnic) o presso i ristoranti.

Cene: – negli hotels, vasta scelta fra le specialità di pesce e disponibilità di altri menù.

Al campo: pasti semplici cucinati con prodotti locali freschi e conservati. Acqua minerale inclusa. Vino incluso eccetto per la parte di viaggio in Mauritania.

Menu vegetariani disponibili. Informateci al momento della prenotazione.

Per favore notare che in Mauritania è strettamente proibito bere alcool

 

 

Hotels:

24 pernottamenti in hotel o confortevoli campi tendati fissi.

Gli hotel sono stati scelti accuratamente. Tenendo in considerazione la scarsa disponibilità di camere in alcuni hotels, il Tour leader avrà facoltà, se necessario, di sostituire alcuni hotel con altri il più simili possibile.

 

 

Camping:

4 pernottamenti in tende igloo , compatibili con il clima tropicale. Le nostre mostre tende sono equipaggiate contro le zanzare e con finestre. Materassini inclusi. Le tende vengono poste su larghe stuole che isolano dal terreno. Lo staff installerà il campo con l’aiuto dei partecipanti.  Si prega premunirsi di sacco a pelo leggero o sacco lenzuolo.

 

 

Bagaglio:

Per la natura dell’itinerario che prevede anche navigazioni e campeggio, il peso massimo consentito per persona è di 20Kg e uno zaino non rigido impermeabile è consigliato per la navigazione in Guinea Bissau

 

Abbigliamento:

Portare un sacco a pelo per le notti in campo.

T-shirts, maglie a maniche lunghe, una leggera felpa, pantaloni lunghi e una leggera giacca a vento per la zona montuosa in Marocco.

Occhiali da sole, cappellino, crema solare e scarpe comode sono raccomandate. Per la parte di Africa Nera: portare pantaloni corti come Bermuda, sandali impermeabili e….non dimenticate il costume da bagno!

 

Assicurazione:

Obbligatoria per l’assistenza medica eventuale rimpatrio e danni.

Non siamo responsabili per avvenimenti, incidenti danni e malattie che occorrano durante o in seguito al viaggio, qualunque ne sia la causa e chiunque ne sia responsabile.

 

 

Note:

L’itinerario è accuratamente studiato per farci scoprire luoghi dove l’arrivo di uno straniero è ancora un evento eccezionale.  Intelligenza e flessibilità sono le attitudini necessarie per un viaggio “oltre i sentieri battuti”. Con la giusta attitudine potremo approfittare pienamente dell’esperienza unica di questo itinerario e apprezzare la bellezza di paesaggi ancora integri, l’ospitalità spontanea delle genti, il mistero, le cerimonie… che le popolazioni locali saranno disponibili a condividere con noi.

 

Itinerari, date, visite, pernottamenti, potranno essere annullate o modificate alla sola discrezione degli organizzatori.

Condividi su

condividi facebook condividi linkedin condividi twitter invia mail

Invia una richiesta

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all'uso di tutti i cookie.

OK Leggi di più