Calendario
Area Utente

Repubblica del Senegal

News, Senegal.

Repubblica del Senegal

News, Senegal.

REPUBBLICA DEL SENEGAL

Superficie: 196.722 km2
Popolazione: 15.736.368 (stima luglio 2020).
Aspettativa di vita: circa 63 anni.
Capitale: Dakar
Frontiere: a ovest con l’Oceano Atlantico, a nord e nord-est con la Mauritania, a est con il Mali e a sud con la Guinea e la Guinea-Bissau.

Gruppi etnici: Wolof 37,1%, Pular 26,2%, Serer 17%, Mandinka 5,6%, Jola 4,5%, Soninke 1,4%, altri 8,3% (include europei e persone di origine libanese) (2017 est.)
Religione: Musulmani 95,9% , cristiano 4,1%  (stima 2016).
Lingua: Francese (ufficiale), Wolof, Pular, Jola, Mandinka, Serer, Soninke

Vaccinazioni: Febbre gialla: obbligatoria. Trattamento anti-malarico: assolutamente consigliato.
Visto: Visto non necessario per cittadini EU-USA-CANADA; per altre nazionalità verificare presso Ambasciate/Consolati.  Se il visto è necessario, ed il circuito prevede due entrate in Senegal, occorre visto con 2 o più entrate.

TERRITORIO, CLIMA E STAGIONI

Il Senegal è un paese piatto.
La penisola di Capo Verde (Cap Vert, regione di Dakar) è il punto più occidentale del continente africano. La Gambia è costituita da una stretta striscia di territorio che si estende dalla costa verso est lungo il fiume Gambia e isola l’area senegalese meridionale della Casamance.

Il paese nel suo insieme si divide in tre divisioni strutturali:
1. il promontorio di Capo Verde, che rappresenta il punto estremo occidentale ed è costituito da un gruppo di piccoli altipiani di roccia dura di origine vulcanica;
2. le parti sud-orientale e orientale del paese, contigue al massiccio del  Fouta Djallon alla frontiera con la Guinea e che comprendono il punto più alto del paese, raggiungendo un’altitudine di 1.906 piedi (581 metri) vicino a Népen Diakha;
3. una massa continentale ampia ma poco profonda compresa tra la penisola di Capo Verde a ovest e i margini del massiccio a est.

Bagnata dalla corrente delle Canarie, la costa atlantica del Senegal è sabbiosa e battuta dal vento.

Il clima del Senegal è condizionato dalla latitudine tropicale del paese.
Si possono distinguere tre zone climatiche principali: costiera, saheliana e sudanese.

La zona costiera  si trova lungo una striscia di costa atlantica larga circa 16 km che va da Saint-Louis a Dakar. Le piogge iniziano a giugno, raggiungono il loro apice in agosto e cessano in ottobre.

Il clima saheliano si verifica in un’area delimitata a nord dal fiume Sénégal e a sud da una linea che va da Thiès (una città sulla penisola di Capo Verde) a Kayes nel vicino paese del Mali. La stagione secca   dura da novembre a maggio.

La zona sudanese nella metà meridionale del paese è generalmente calda e umida. Piove tra giugno e ottobre. Nella zona meridionale della Casamance piove circa  90 giorni all’anno.

STORIA

VIII secolo, L’attuale Senegal fa parte del Regno del Ghana.
XI secolo, I Tukulor occupano la bassa valle del Senegal.
XII-XIV secolo, Ascesa dell’impero Jolof.

Anno 1440, I commercianti portoghesi raggiungono l’estuario del fiume Senegal.
1588 Gli olandesi stabiliscono un porto per gli schiavi sull’isola di Gorea.
1659 I francesi fondano St-Louis alla foce del fiume Senegal; diventa un porto chiave per il commercio di schiavi.
1677 I francesi conquistano l’isola di Gorea dagli olandesi.

1756-63, Guerra dei sette anni: la Gran Bretagna conquista le posizioni francesi in Senegal, forma la colonia del Senegambia. La Francia riconquista le sue proprietà durante la guerra rivoluzionaria americana del 1775-83.
1816 La Gran Bretagna restituisce le proprietà francesi conquistate durante le guerre napoleoniche.
Fine 1800 La Francia estende la sua influenza, acquisisce il controllo di tutto il territorio del Senegal.

1895 Il Senegal diventa parte dell’Africa occidentale francese.
1958 Diventa una repubblica autonoma, come parte della Comunità francese.
1960 giugno, il Senegal diventa indipendente, come parte della Federazione del Mali.
1960 agosto, il Senegal si ritira dalla Federazione del Mali, diventa una repubblica separata con Leopold Senghor come presidente.

1966 L’Unione progressista senegalese di Senghor diventa l’unico partito politico del paese.
1978 Introduzione del sistema politico tripartitico.
1981 Leopold Senghor si dimette; Abdou Diouf diventa presidente nel 1981.
1982 Viene costituita la Confederazione Senegambiana; Il Senegal e il vicino Gambia mirano a unire forze militari e di sicurezza. Dissolta nel 1989.

2000 marzo, il leader dell’opposizione Abdoulaye Wade vince il secondo turno delle elezioni presidenziali, ponendo fine a 40 anni di governo del Partito socialista.
2001 aprile, il Partito Democratico Senegalese di Abdoulaye Wade ottiene la schiacciante maggioranza alle elezioni parlamentari.
Dicembre 2004, il Movimento Casamance delle Forze Democratiche e il governo firmano un patto volto a porre fine alla lotta secessionista nella provincia di Casamance.

2012 marzo, Macky Sall vince le elezioni presidenziali e la sua coalizione vince le elezioni parlamentari di luglio.
2017 gennaio, le truppe senegalesi si radunano al confine con il Gambia pronte a imporre il trasferimento di potere sotto mandato regionale dell’ECOWAS dopo che il presidente Jammeh si rifiuta di dimettersi per aver perso le elezioni presidenziali.

2017 agosto, elezioni parlamentari. La coalizione del presidente Sall si aggiudica più dei due terzi dei seggi.

Condividi su

condividi facebook condividi linkedin condividi twitter invia mail

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all'uso di tutti i cookie.

OK Leggi di più