Calendario
Area Utente

FAQ

Chi viaggia sa che la qualità del viaggio è data anche dalla guida. Da sempre TransAfrica ha investito nella formazione di guide capaci. Esperte nella gestione logistica e nelle conoscenze antropologiche. Ogni anno organizziamo formazioni nei nostri uffici di Lome e Dakar.
Sono disponibili guide parlanti italiano
Tutto lo staff ha anche brevetto di soccorso, puntualmente rinnovato ogni anno.

La maggior parte dei nostri Paesi richiede visto di entrata. Ecco la situazione attuale (2020) da nord a sud. Se il visto è necessario occorre precisare anche il numero di entrate
– Marocco, visto non richiesto per molte nazionalità inclusi i cittadini dell’Unione Europea.
– Mauritania: visto necessario. Può essere ottenuto al posto di frontiera, costo circa 80 euro.
 Senegal: visto non necessario per molte nazionalità tra cui Stati Uniti, Canada e Unione Europea. Per altre nazionalità è richiesto il visto; si prega di verificare presso ambasciata/consolato di riferimento
– Gambia: per alcune nazionalità non è richiesto il visto, per altre visti ottenibili alla frontiera; in taluni casi è richiesta lettera d’invito
– Guinea Bissau: visto necessario. Ottenibile all’arrivo in aeroporto o al consolato di Ziguinchor (Senegal)
– Guinea Conakry: visto necessario. Disponibile online: https://www.paf.gov.gn/visa/
– Sierra Leone: visto necessario. Disponibile alla frontiera (costo 100 USD).
– Liberia: visto necessario, rilasciato dall’ambasciata.
– Costa d’Avorio: visto necessario. E’ possibile l’ottenimento attraverso l’applicazione online http://snedai.com/e-visa/ . Ma il visto online è valido solo se si entra nel paese attraverso l’aeroporto di Abidjan. Per ogni altra entrata, occorre visto rilasciato dall’ambasciata.
– Ghana: visto necessario. Il visto è rilasciato solo presso l’ambasciata/consolato competente nel paese di residenza.
– Togo: visto necessario. Disponibile alla frontiera e valido per 7 giorni.
– Benin: visto necessario. Disponibile online: https://evisa.gouv.bj/en/

Febbre gialla: obbligatoria in quasi tutti gli stati.
Da qualche anno l’OMS ha deciso che UNA vaccinazione contro la febbre gialla vale per tutta òa vita. Occorre viaggiare con libretto della vaccinazione.
Nel caso che per ragioni personali e/o di età, non fosse più possibile fare il vaccino, è necessario presentare dichiarazione di esenzione da parte del medico curante.
La profilassi antimalarica è altamente raccomandata.

Si consigliano abiti pratici e leggeri: camicie di cotone, pantaloni lunghi e corti, calzature comode. Non ci sono regole da osservare. Buon senso e rispetto altrui sono attitudini utili in Africa Occidentale come ovunque nel mondo.
Il senso del pudore è una variabile culturale che non sempre coincide da un popolo all’atro.
Se nel viaggio è prevista festa di corte presso il re ashanti (Ghana), si raccomanda un vestito semplice ma decoroso.
Novembre-dicembre: prevedere escursione termica in alcuni paesi
Da non dimenticare: asciugamano , cappello, occhiali da sole, torcia elettrica con batteria di ricambio, borraccia, farmacia personale, repellente per insetti, salviette igieniche, creme solari di protezione, creme idratanti, burro-cacao per labbra. Può essere utile: un coltellino multiuso, kit per cucire.

A seconda delle latitudini la stagione secca e dunque favorevole ai viaggi va da ottobre / novembre ad aprile/maggio.
Luglio ed agosto sono pure periodi favorevoli ai viaggi.
In dicembre/gennaio soffia l’harmattan, vento proveniente dal deserto: l’aria diventa più secca e le sere più fresche.

I voli internazionali per raggiungere le nostre destinazioni non sono compresi nei prezzi

Obbligatoria per assistenza medica, eventuale rimpatrio e danni materiali o fisici derivanti dal viaggio.
Consultare la nostra proposta: https://transafrica.biz/travel-insurance/

Disponibilità molto limitata di camere twins (due letti separati). Verificare con TransAfrica al momento della prenotazione.
In alcuni paesi addirittura non ci sono.

Dipende da dove si va, con chi si va e cosa si fa. L’Africa non è pericolosa in quanto tale, non più di altri continenti. L’importante è affidarsi a operatori preparati e seri, come TransAfrica, che fa della sicurezza una sua preoccupazione costante.
Le popolazioni dell’Africa occidentale sono molto disponibili. Si è sempre accolti con grande gentilezza ed elevato senso di ospitalità. Ciò nonostante, raccomandiamo a tutti la massima attenzione soprattutto nei luoghi più animati quali i mercati. In particolare si raccomanda dì fare attenzione ai bagagli e mano e alle attrezzature fotografiche in qualsiasi circostanza. Se si dovesse subire un furto, dovrà essere sporta denuncia al più vicino posto di Polizia.

Acqua minerale in bottiglia disponibile praticamente ovunque.

Certamente. In tutti i paesi proposti da TransAfrica è possibile mangiare cereali, verdure, frutta. I cuochi di TransAfrica sono formati per soddisfare anche le attese di viaggiatori vegetariani.

La carta di credito non viene quasi mai accettata. Utile per prelevare contanti presso sportelli ATM

Si, e le nostre guide vi assisteranno al meglio nelle pratiche di cambio. Meglio essere provvisti di Euro piuttosto che dollari.

Si, ed è consigliabile portarselo da casa.

I Paesi che visitiamo hanno copertura quasi al 100% . Si può anche acquistare una Sim Card locale.

Spesso si ha la tentazione di dare dei soldi ai bambini, vedendoli in difficoltà, vestiti male, o quando chiedono apertamente. Ma dare loro direttamente del denaro rischia di fare più male che bene, perché la somma che un occidentale è in grado di dare spesso rappresenta in una volta sola più di quanto guadagna il padre del bambino in un mese. E questo può creare dannosi squilibri nei rapporti fra loro.

Le feste tradizionali proposte da TransAfrica sono vere, genuine, e non “per turisti”. Questo è anzi un “marchio di fabbrica” di TransAfrica: offrire ai viaggiatori l’occasione per un contatto ancora genuino con la realtà quotidiana delle etnie che si vanno a incontrare.

Considerando la natura dei nostri viaggi alcune parti potrebbero essere modificate per cause imprevedibili e sulla base di decisioni dello staff locale. Spese dovute a tali variazioni saranno a carico del partecipante. Naturalmente la guida farà il possibile per attenersi al programma originale.

La mancia è comunemente riconosciuta come un modo per premiare guide ed autisti per il loro servizio. Vista la provenienza diversa dei nostri viaggatori, TransAfrica non ha una proposta unica, che potrebbe sembrare elevata per gli uni e limitata per gli altri. Restiamo disponibili a dei suggerimenti, su domanda.

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all'uso di tutti i cookie.

OK Leggi di più